lunedì 1 dicembre 2014

Il Breviario di Don Camillo

 TUTTO IL BREVIARIO ROMANO BILINGUE, LATINO ITALIANO

PRIMA EDIZIONE STAMPATA 
25 DICEMBRE 1931 
PRIMO BREVIARIO ITALIANO BILINGUE
PRIMO BREVIARIO ROMANO BILINGUE del Monaco Dom Edmondo Battisti OSB


ORA

PRIMA EDIZIONE ON LINE LIBERA E CONSULTABILE
1 DICEMBRE2014
 
Clicca per il collegamento a sito Divinum Officium


Sono onorato di poter leggere questa notizia così bella, un piccolo sogno avverato, e le manone di don Camillo che spostano tavoli per darli addosso ai suoi amici-nemici, ora servono per asciugare qualche lacrima che scende. Sì sono commosso! Un dono della Provvidenza che si è servita di noi ed in particolare di te carissimo  Adolfo, Salvatore e Frederik. Ma voglio dal mio canto ringraziare l'amico Napoleone che mi ha incoraggiato in questo progetto procurando per me buona parte dei fascicoli e di due preti che mi hanno trovato, con molta fatica, i restanti fascicoli mancanti. Cercare questo Breviario Romano A CURA DELL'INDIMENTICABILE PADRE Monaco Dom Edmondo Battisti OSB (A CUI DEVE ANDARE TUTTA LA NOSTRA RICONOSCENZA E PERENNE MEMORIA) è stato come cercare il Santo Graal!! Da ultimo la mia fidata fotocopiatrice che mi ha concesso di fare ottime scansioni per i riconoscimento OCR!

MA....

Ma che senso ha un Breviario utilizzabile per gli italofonici in un tempo di "nuove catacombe"?! DIO LO SA!|! Con il 2007 tutti pensavamo ad una nuova rinascita (non utilizzo il termine "primavera" perchè mi fa venire il vomito) ed ora dopo 7 anni siamo di nuovo in trincea MA feriti e divisi! Che pena, che pena!!!! 

Ma oggi è una giornata di grande gioia, un grande passo è stato compiuto, vanto nazionale, oso dire! Un lavoro ve l'assicuro CICLOPICO, solamente sognato fino a qualche mese fa: paliamo di 6000 pagine scansionate! una per una e poi rimaneggiate per prenderne il contenuto, correggendo di continuo gli errori più e più volte... tipograficamente una pazzia, se l'avvessimo fatto fare ad un professionista, ci avrebbe fornita una fattura almeno di migliaia di euro!!! 

Ma sì il lavoro è stato fatto!!!! finalmente abbiamo dischiuso la ricchezza di questo libro di Preghiera, sigillato volutamente e apparentemente buttato nell'abisso con il Concilio. E lo si capisce perché, basta leggere le meravigliose Lezioni del Breviario accuratamente omesse nelle neo "Liturgia delle Ore" per rendersi conto che i sacerdoti e religiosi ogni anno, Ufficio dopo Ufficio, si fortificavano nella fede e nella Dottrina della Chiesa Cattolica. PROVARE PER CREDERE!! Infatti dopo avere per anni utilizzato la Liturgia delle Ore, e dopo essermi accostato al Breviario Romano ho capito che, perdonatemi la metafora, La Liturgia delle Ore serve per fare una bella passeggiata in un chiostro, il Breviario Romano serve per la battaglia ma fuori, nel "mondo" con un bel fucile su un campanile!

Ora tocca a voi carissimi lettori di questo modestissimo blog, siamo a vostra disposizione per migliorare questo strumento! Magari con una bella APP su Iphone (Ipad) e Android. Sono anni infatti che l'unica APP che c'è BrevMeum, è abbandonata a se stessa senza che da anni venga aggiornata. Ovviamente sono APP fatte dai Francescani dell'Immacolata, e sappiamo tutti che ora hanno altro a cui pensare.

Questa notizia apparsa nella festa del "Primo Chiamato" Sant'Andrea, e all'inizio della Novena dell'Immacolata, dove in questo Tempo Liturgico la Madonna si mostra più materna che mai, rinvigorisca il nostro animo e ci dia la forza di riprendere, per chi l'avesse abbandonata la via della Santità e della Santificazione personale attraverso la preghiera!

don Camillo

Il Compagno Don Camillo legge il Breviario cammuffato da Pensieri di Lenin

Il sito Divinum Officium, che fornisce il testo del Breviario Romano per ogni giorno dell'anno a seconda delle rubriche scelte dall'utente (1960, 1955, Divino afflatu, etc.), contiene ora anche una traduzione italiana completa, la prima dopo quella inglese (quella ungherese è parziale). Divinum Officium è il dono a tutti i cattolici romani di Laszlo  Kiss (R.I.P.), ingegnere ungherese emigrato negli Stati Uniti, defunto nel 2011. Dopo la morte di Laszlo, un sacerdote diocesano americano ha preso le redini del progetto. Il lavoro di traduzione di questo Breviario telematico in italiano, di cui si è parlato qui e qui, non sarebbe stato possibile senza Don Camillo. Egli ha pazientemente scansionato la traduzione del Breviario Divino afflatu, di altre traduzioni posteriori incomplete e del martirologio che potete trovare nelle pagine di questo blog. Inoltre Don Camillo ha fornito il testo del Salterio: un testo molto fedele a quello latino, ma nel contempo scorrevole e musicale. Possiamo quindi dire che la versione italiana di Divinum Officium è il Breviario di Don Camillo. È doveroso ringraziare però anche i curatori del sito Inter Multiplices Una Vox, per aver concesso l’uso del loro materiale, Ora, Lege et Labora, per la traduzione della Regola di S. Benedetto, che appare nella versione monastica,  p. A.R. di Cantuale Antonianum, che ha messo a disposizione il Messale Latino Italiano del 1965. A cominciare dalla Quaresima di quest'anno, grazie all'aiuto dei volontari Adolfo, Salvatore e Frederik, che hanno riversato il contenuto delle scansioni di Don Camillo in file di testo e corretto gli errori del programma di riconoscimento di caratteri, i testi in italiano hanno cominciato ad apparire. Ora l'unico ufficio che manca è quello della Traslazione della Casa di Loreto, proprio dell'Italia ed isole limitrofe, che sarà implementato quando il programma permetterà la selezione di varianti locali. Tutto il resto c'è. 
Anche se ci auguriamo che una versione del Breviario cartacea degna di quelle artigianali di una volta venga finalmente prodotta, speriamo che questo Breviario per Ipad possa essere utile a sacerdoti in viaggio, a seminaristi che devono mantenere una certa discrezione e a tutti i laici che vogliano accostarsi a questa sublime forma di preghiera che è anche loro di diritto. 
Siete pregati di segnalare al sottoscritto errori di ortografia, termini obsoleti etc. Sono già stati cambiati tutti i laonde in poiché, desso/a in esso/a, ma probabilmente ci sono altre istanze. Se masticate di inglese, per errori nelle rubriche (la lista dei problemi aperti si trova qui), potete rivolgervi direttamente al sacerdote americano canon (punto) missae (chiocciola) gmail (punto) com. Ovviamente, utilizzate  il campo dei commenti per eventuali domande. 
Grazie in anticipo se nelle vostre orazioni vi ricorderete  dell'anima di Laszlo e dei suoi successori in questo progetto!

28 commenti:

don Camillo ha detto...

GRAZIE!!!!!

Peregrino Tuc ha detto...

Un lavoro commovente, da veri monaci nel secolo, di quei lavori che attirano dal Cielo le benedizioni dei Santi.
E ora tocca a noi poveretti - che non abbiamo più scuse, e in realtà non ne abbiamo mai avute - pregare, ogni giorno che il buon Dio ci concede, sicut psallit ecclesia Romana.

Ἰουστινιανός ha detto...

Mi rallegro nel mio cuore per quest'ottima notizia! È un bene che il breviario possa essere ora accessibile anche a coloro che, senza conoscere il latino, vogliono pure pregarlo. E mi rallegro ancora di più vedendo che non solo potranno pregare secondo il Breviario del '61, ma anche secondo quello tradizionale del 1568!

Chissà, penso che dovrò cominciare io a fare qualcosa in spagnolo...

K. e.

Paolo ha detto...

Grazie. :)

bedwere ha detto...

Questo e` il nazionalismo sano e cattolico: i polacchi hanno gia` cominciato la loro versione; un tedesco ci ha scritto oggi; gli spagnoli non si tirano indietro. Pero` i primi sono stati gli italiani! :-)

don Camillo ha detto...

Mentre un prete francese ha contattato me. :)

bedwere ha detto...

Reverendo, immagino avrai gia` indirizzato il tuo confratello francese a canon.missae@gmail.com.

Peregrino Tuc, aspettiamo anche la versione in elfico. :-)

Peregrino Tuc ha detto...

Eh Bedwere, la liturgia dell'aeternitas nella lingua dell'aevum angelico ... sarebbe chiedere troppo per il tempus degli uomini! ;-)

Luca S ha detto...

Complimenti per il lavoro colossale. E.... che dire? Solo GRAZIE!

Caterina63 ha detto...

Commossa ringrazio!!!!!!
Ringrazio per l'impegno e per le parole di presentazione.... mi hanno davvero commossa.
Avanti tutta Don Camillo, queste sono le opere eterne che non fanno mai invecchiare.
Grazie a tutti e a Napoleon dal quale sapevo di questa opera ciclopica... ciclopica quanto il suo cuore e il cuore di quanti vi hanno lavorato.
Grazie!

Ugoccione ha detto...

Un sentito grazie per l'ottimo lavoro. Che Dio ve ne renda merito!!

don Camillo ha detto...

Ho inserito un'importantissima menzione a chi ha realizzato il Breviario in cartaceo, senza il quale oggi non avremmo l'edizione on-line! Padre Edmondo Battisti OSB, perenne sia la sua memoria!

don Camillo ha detto...

Bedwere, ancora GRAZIE!!!!
ovviamente sì, già l'ho indirizzato al tuo contatto!

La Francia ha sicuramente più risorse di noi, e farà un ottimo lavoro!

Ora però si dovrebbe esteticamente ridare un volto più gradevole, per esempio cambiando quelle orride figure di stampe sbiadite e brutte. Non credo sia difficile. Che ne pensi?

bedwere ha detto...

Grazie a te, Reverendo! Riguardo alle immagini ed ad una revisione della veste grafica in generale, mi pare se ne sia discusso tra i responsabili. Per una revisione totale ci vorrebbe un esperto per ottenere un buon risultato. Per cambiare le immagini si possono proporre alternative.

Anonimo ha detto...

Siete solo dei pazzi!

Michele MAcIK Durighello ha detto...

Ho un'idea che vorrei condividere con voi in modo che se qlcu ha suggerimenti possa dare il suo graditissimo contributo teorico e/o concreto.
Quel buon uomo di don Camillo ha perfettamente ragione a dire che breviarium meum va aggiornata, io avrei idea di chiedere a Marco del Pin che ha sviluppato Eprex (che è una app in cui si trova la liturgia delle ore vigente da Montini in poi) di mettere mano al codice (libero) di divinum officium per sfornare tanto una versione più attuale di
BREVIARIUM MEUM per Apple quanto una versione (nuova) per Android.. Che dite? Attendo lumi da voi. Grazie, ciao!

Peregrino Tuc ha detto...

Segnalazione: notevole Copertino ...

http://www.identitaeuropea.it/?p=2776

don Camillo ha detto...

Michele, va bene! Sarebbe ottimo addirittura! Provaci!

Anonimo ha detto...

GRAZIE GRAZIE ED ANCORA GRAZIE! reverendo, la seguo regolarmente: complimenti. Spero nell' APP per Android, magari nel caraceo.
siete formidabili.
grazie ancora
(studente univ.)

Peregrino Tuc ha detto...

http://vigiliaealexandrinae.blogspot.it/2014/12/sanno-tutto-e-non-credono-niente-incubo.html

Peregrino Tuc ha detto...

Grande Aldo. Per misericordiam Dei requiescat in pace.

https://www.youtube.com/watch?v=JMmiS3sYzkU

Buon avvento a tutti!

Luciana Cuppo ha detto...

Da buona ultima, vengo a dire grazie a tutti quelli che si sono impegnati nella pubblicazione del Breviario. Ci ho pensato per parecchi giorni ed ora mi sembra di poter dire che questa e' veramente un'opera di Dio. Vi sono tutti i segni: il pronto (ma anche discreto, con i tempi che corrono) riscontro da parte di chi ne trarra
' giovamento spirituale; ma anche il silenzio da parte di tanti che si professano araldi della fede, ed un sano spirito di competivita'; ed infine, e non poteva mancare, l'opinione di chi considera matti i collaboratori all'impresa. Tutto questo mi fa pensare che anche il Breviario sara' come il granello di senape del Vangelo o come il buon seme: molto si perde, ma molto da' frutto abbondante.
Del resto, se mettere il Breviario in rete e' follia, vi sono stati nella Chiesa altri folli che hanno fatto in silenzio lavori colossali, senza attendersi alcun riconoscimento umano. Nei giorni scorsi mi sono imbattuta in una di queste imprese e ve la racconto.
Cercando in rete un codice della Staatsbibliothek di Monaco, che fa un lavoro fantastico di digitalizzazione dei manoscritti, mi sono accorta che la segnatura moderna data da Mommsen e' errata. Un refuso, evidentemente, ma per rintracciare il codice che mi interessava non mi restava che la segnatura antica, che si trova in un catalogo del 1809 messo in rete dalla benemrita Biblioteca.
E cosi' mi guardai il catalogo del 1809 in PDF: un selice quaderno, redatto quando il codice non era a Monaco ma al suo luogo d'origine, il convento benedettino di S.Emmerano (Ratisbona). Un quaderno tutto scritto a mano. in latino, in una calligrafia ordinatissima, da Dom Koloman, un monaco del convento.
E che catalogo. "Ralgionato" e' dir poco; e' un compendio di teologia, esegesi biblica, liturgia, narrato attraverso la descrizione dei codici del convento. Un lavoro gigantesco, compiuto per uso interno; certo Dom Koloman non immaginava che due secoli dopo il suo lavoro sarebbe finito su internet. Un granello di senape anche quello; pare che il Signore lavori cosi'.

Iacobus ha detto...

Grazie a Voi sto pregando ogni giorno quasi tutte le ore dell’uffucio. Vi ringrazio da cuore per il lavoro fatto.

don Camillo ha detto...

Iacobus, se puoi ricordami nella recita del Breviario al Signore, che mi aiuti!

Iacobus ha detto...

Lo farò Don. Fra quindici minuti dirò le Vespri. Vi saluto dal’altra parte dell’atlantico.

Gianfranco ha detto...

Sarebbe possibile avere il file in formato pdf del Breviario Latino-Italiano?
Grazie

sarett4 ha detto...

Buonasera, innanzitutto grazie per il lavoro che avete svolto! La preghiera tradizionale non passa mai di moda.
Sapete se esiste online il pdf della scansione del Breviario Latino Italiano di Padre Battisti? Grazie

Simone Padoan ha detto...

Sarebbe bellissimo avere anche la Bibbia Ricciotti e/o Martini digitalizzata. Esiste?